“Neanche a Eaton studiano filosofia e storia dell’arte bene come nelle scuole pubbliche italiane”

giovedì, febbraio 8, 2018
By

Consigliamo all’attuale Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca la lettura attenta di questo articolo che riporta le opinioni critiche di Mariana Mazzuccato, Professor in the Economics of Innovation and Public Value all’ University College London, riguardo alle politiche di pura e semplice riduzione del debito. Perché Mazzuccato la prende da molto lontano: e lega il senso dello Stato e della possibile grandezza del suo ruolo alla grandezza (ancora possibile?) dell’ideale formativo tipico del liceo italiano. «Sul rapporto fra scuola e lavoro, credo che il punto non sia fare lavorare gli studenti in esperienze come McDonald’s, ma pensare a come rivalutare il liceo, che fornisce un curriculum di enorme qualità e di dissonante originalità rispetto agli standard internazionali”. Se partiamo da qui, sembra suggerirci l’autrice, possiamo concepire un’idea del pubblico – e dello Stato, e delle Aministrazioni – ancora capace di suscitare fiducia e rispetto nel cittadino. Buona lettura, signora Ministro.

 

Clicca qui per leggere l’articolo di Paolo Bricco

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*