Musica Corpo Espressione, di Carlo Serra (Quodlibet Studio). Leggi l’Indice e l’Introduzione del libro

mercoledì, maggio 5, 2010
By

Carlo Serra, Musica Corpo Espressione (Quodilibet)

Carlo Serra, Musica Corpo Espressione (Quodilibet Studio)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’Indice e l’Introduzione del volume di Carlo Serra, Musica Corpo Espressione (Quodlibet Studio). Il volume, edito da Quodlibet nel 2008, rimanda, per le esemplificazioni fenomenologiche musicali, alla pagina Web:

http://users.unimi.it/~gpiana/dm12/serra-esempi/esempi_sonori.htm.

La musica sembra a qualcuno un’arte primitiva, povera com’è di suoni e di ritmi. Povera è però solo la sua superficie, mentre il corpo che consente l’interpretazione di quel contenuto manifesto, possiede la piena infinita complessità che troviamo indicata nell’aspetto esteriore delle altre arti, e che la musica cela. In un certo senso la musica è la più raffinata tra tutte le arti (1)

«A quale nozione di corpo sta pensando Wittgenstein, mentre tesse un elogio della trasparenza del tessuto della musica, e del suo paradossale intrecciarsi con l’idea di profondità? La musica fa trasparire lentamente il corpo di regole che ne costituisce la struttura, un campo aperto, di infinita complessità, che ama lasciarsi conquistare, opponendo una superficie che viene definita, provocatoriamente, povera di suoni e di ritmi: così, se volessimo comprendere cosa sia il corpo della musica, dovremmo spiegare in cosa consista la povertà di suoni, e di ritmi, attraverso cui il filosofo vorrebbe indirizzarci a pensare l’essenza del musicale.

La prima cosa da cui dovremmo astenerci sono le ovvietà, prendendo l’annotazione alla lettera, e assumendo il discorso di Wittgenstein come una perorazione a favore della moltiplicazione dei materiali sonori utilizzabili dalla musica: negli anni in cui Wittgenstein scrive quest’osservazione, vi è già chi pensa di arricchire la relativa povertà di suoni e di ritmi consolidati nel patrimonio culturale della musica occidentale con la brutalità dei rumori o con l’introduzione dei ritmi extraeuropei. (…) (continua) »

(1) Ludwig Wittgenstein, Vermischte Bemerkungen, Suhrkamp Verlag, Frankfurt am Main 1977; trad. it. di Michele Ranchetti, Pensieri diversi, Adelphi, Milano 1980, p. 30. L’annotazione è del 1931.

Scarica in formato Pdf Indice e Introduzione di Musica Corpo Espressione di Carlo Serra (Quodlibet Studio 2010). Leggi la scheda di presentazione del libro.

Tags: ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*