Senso comune. Comunità vitali e rinnovamento morale

martedì, settembre 22, 2009
By

In questa lezione tenuta al Festivalfilosofia di Modena mi sono interrogata – secondo il tema che mi era stato impartito – sul “senso comune” degli italiani – e l’ho descritto quale viene illustrato dall’amaro documentario Videocracy. E ho sollevato al questione delle condizioni di un rinnovamento morale. È proprio cercando di applicarlo a una situazione attuale e drammatica come quella della nostra etica pubblica, che mi è parso di capire il senso ancora per me, prima, non chiaro dell’insistenza di Husserl, in molte sue pagine sull’etica, del concetto di rinnovamento morale. Videocracy ci insegna che quella “coscienza normativa” che accompagna “ogni genere di atto” può venir meno. E lo può! La fondazione della morale nella coscienza personale (invece che nei comandi divini, sulla religione o sull’autorità e tradizione) è un’acquisizione recentissima e fragile. Risale alla modernità illuminista, alla fondazione liberale e razionale della convivenza civile. Ma una fondazione del genere richiede che una comunità soddisfi le condizioni perchè da essa emergano persone pienamente individuate, cioè capaci di assumersi responsabilità individuale. Sostengo che questo, drammaticamente, non succede per un numero troppo elevato di persone nella nostra comunità nazionale oggi. Ora una morale fondata nella coscienza personale esiste solo nella continua verifica, letteralmente, delle sue norme relative alla differenza fra il giusto e l’ingiusto, il bello e il brutto, l’opportuno e l’inopportuno, eccetera. Appunto perché “fondata nelle coscienze personali” vuol dire questo: che o si attualizza e verifica (cioè si “rinnova”) nella vita di ciascuna di esse, o non è. Ho introdotto il concetto di “normalità secondaria” per catturare quest’idea, e mi piacerebbe discuterne con chi fosse interessato. Per il momento propongo l’intervento come un mio contributo alla riflessione in corso sull’etica husserliana – perché anche se Husserl è citato fino alla fine, è presente fin dall’inizio. E semmai tornerò più tardi sull’argomento con riferimenti più diretti alle lezioni del ’20-24 (Introduzione all’etica).

Scarica la lectio magistralis in formato Word.

de-monticelli-senso-comune

Il testo è disponibile per il download anche in Media Library/Interventi.

Tags: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*