Ricordando Amedeo G. Conte, maestro e amico – Roberta De Monticelli, Francesca De Vecchi e il Centro di ricerca PERSONA, UniSR

domenica, maggio 19, 2019
By

Amedeo Giovanni Conte, Emerito di Filosofia del Diritto all’Università di Pavia, Accademico dei Lincei, autore di una serie imponente di opere di logica deontica e filosofia del linguaggio normativo, inventore del genere letterario degli eidogrammi e delle spore, è deceduto improvvisamente il 17 maggio scorso. Era nato a Pavia il 24 maggio del 1934.

È un grande maestro, che oggi ci lascia. Noto a ogni studente di filosofia per la sua limpida traduzione italiana del Tractatus di Wittgenstein, è soprattutto il fondatore di una scuola di pensiero ontologico-sociale e normativo che ha per molti versi e di gran lunga preceduto autori di rinomanza mondiale come John Searle nell’apertura di campi di ricerca oggi al centro del dibattito internazionale. Lo ha fatto con una signorile e grandiosa conoscenza di tutte le lingue, anzi dei linguaggi e dei lessici filosofici d’Europa, con una straordinaria sobrietà e un rigore che non solo rendono inconfondibili i suoi scritti, ma si fanno riconoscere anche in quelli di tutti i suoi allievi.  Chiunque l’abbia conosciuto di persona ha percepito nel suo modo d’essere, di ricercare, di insegnare un respiro di umanità di cui oggi si fatica a vedere l’uguale.

Amedeo G. Conte sarà commemorato nella sua Università di Pavia, martedì 21 maggio alle ore 14, nel Cortile dei Caduti.

 

Amedeo Giovanni Conte, Emeritus Professor of Philosophy of Law at the University of Pavia, fellow of the Accademia Nazionale dei Lincei, author of an impressive series of works on deontic logic and philosophy of normative language, and inventor of the literary genres of “eidograms” and “spore”, died suddenly on May 17th. He was born in Pavia on May 24th, 1934.

A great master leaves us today. He is known to any Italian philosophy student for his clear translation in Italian of Wittgenstein’s Tractatus, and, even more, for being the founder of an ontological-social and normative school of thought that, for many aspects, preceded worldwide known authors as John Searle in opening up research fields that are today at the center of international debate. He did so with a noble and majestic knowledge of all languages, or better of the languages and philosophical lexicons of Europe; with an extraordinary sobriety and a rigor that not only made his writings unique, but that are recognizable also in the works of all his pupils. Whoever had met him in person perceived in his way of being, of researching, and of teaching a breath of humanity so hard to find nowadays.

Amedeo G. Conte will be commemorated in his university of Pavia on May 21st at 2:00 p.m. in Cortile dei Caduti.

Tags: , , ,

Un commento a Ricordando Amedeo G. Conte, maestro e amico – Roberta De Monticelli, Francesca De Vecchi e il Centro di ricerca PERSONA, UniSR

  1. martedì, maggio 21, 2019 at 21:57

    Amedeo Conte was a great thinker, whose ideas will live on into the future.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*