Neuroni e fisica dei quanti. Come funziona la mente umana? Convegno a Fabriano (Ancona) dal 25 al 27 maggio

martedì, maggio 15, 2012
By

BrainForum collabora con il Festival Poiesis, che si svolge a Fabriano dal 25 al 27 maggio: la quinta edizione si inaugura venerdì 25 maggio alle 17.30 presso i Giardini del Poio con Viviana Kasam, giornalista e presidente di BrainCircleItalia e organizzatrice di BrainForum, che coordina Neuroni e fisica dei quanti, un convegno scientifico che vede riuniti alcuni cercatori di grande prestigio internazionale. Anirban Bandyopadhyay, Massimo Piattelli Palmarini e Giuseppe Vitiello discuteranno intorno a una delle teorie scientifiche più attuali e controverse: come funziona il cervello umano? Una domanda la cui risposta oggi è messa in discussione da nuove teorie secondo le quali i neuroni non comunicherebbero solamente tramite meri impulsi elettrici, troppo lenti per spiegare alcuni processi quasi istantanei, ma anche per una sorta di “risonanza” tra le cellule neuronali. L’incontro, che vuole indagare come nascano coscienza, memoria e decisioni nel cervello, si propone di far conoscere una nuova ottica sulle neuroscienze e di rispondere alla domanda se si possa davvero rileggere la mente umana alla luce della teoria quantistica.

Massimo Piattelli Palmarini, professore di scienza cognitiva alla University of Arizona, presenterà alcuni dati sui comportamenti in cervelli molto piccoli, come quelli negli insetti, che suggeriscono di cercare “spazio in basso”, cioè di entrare nei processi che avvengono all’interno dei singoli neuroni. Gli studi in corso sulla regolazione dei processi di espressione dei geni entro i neuroni e sulla fisica e la chimica degli organelli contenuti nei neuroni promettono di spiegare in modo soddisfacente la fissazione della memoria a lungo termine.

Giuseppe Vitiello, professore di Fisica Teorica all’Università di Salerno, spiegherà che il modello chiamato “quantistico dissipativo” riveste particolare rilevanza nell’attività relazionale del cervello con l’ambiente ad esso circostante ed è alla base del cosiddetto ciclo azione-percezione attraverso il quale il cervello costruisce il proprio punto di vista sul mondo, la sua comprensione e conoscenza.

Anirban Bandyopadhyay, ricercatore del NIMS di Tsukuba in Giappone, affronterà il tema delle decisioni, sottolineando come ogni scelta avvenga selezionando tra un numero astronomico di alternative possibili. La fisica quantistica potrebbe essere la soluzione, in quanto ci consente di trattare vasti insiemi di stati possibili ad enormi velocità, grazie a processi come la sovrapposizione e la correlazione.

Grazie a una nuova fisica, che non appartiene né alla fisica classica, né alla fisica quantistica consolidata e attraverso l’adozione della sovrapposizione quantistica (co-esistenza simultanea di molte decisioni), ma senza la correlazione quantistica, Anirban Bandyopadhyay mostrerà che si effettua un’enorme riduzione delle scelte possibili, facilitando la scelta finale.

Viviana Kasam, giornalista e presidente di BrainCircleItalia, l’Associazione no profit da lei fondata per divulgare le nuove frontiere della ricerca sul cervello, ha ideato e organizza il BrainForum, un incontro internazionale di altissimo livello, che porta in Italia alcuni tra i più importanti neuroscienziati al mondo. La prima edizione si è svolta nel 2010 a Roma, in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma, presso il tempio di Adriano; la seconda, nel 2011, al Piccolo Teatro di Milano, con il patrocinio e il contributo del Comune di Milano.

Tags: , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*