3-5 giugno: Husserl Domani, un Convegno Internazionale all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata

martedì, giugno 1, 2010
By

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” – FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

CONVEGNO INTERNAZIONALE

HUSSERL DOMANI , prospettive per la fenomenologia

a cura del Prof. Emilio Baccarini

3-5 giugno 2010

Aula Sabatino Moscati

Facoltà di Lettere e Filosofia (Edificio B)

Via Columbia 1 – 00133 Roma

Giovedì 3 giugno 15.00 – 19.00

SALUTI

INTRODUZIONE AL SEMINARIO

INIZIO DEI LAVORI

presiede Emilio Baccarini

U. Melle (Leuven): Phänomenologie der Gefühle

J.-F. Lavigne (Nizza): L’origine del presente

DISCUSSIONE

PAUSA CAFFÈ

F. S. Trincia (Roma): Fenomenologia, ontologia, assiologia

V. Costa (Uni. Molise): Empatia e comprensione dell’altro in Husserl

S. Bancalari (Roma): Il paradosso dell’intersoggettività

DISCUSSIONE

Venerdì 4 giugno 9.30 – 13.30

presiede Jean-François Lavigne

A. Ales Bello (Roma): Hyletica, sacro, religioso. Per una fenomenologia della religione

E. Baccarini (Roma): Intenzionalità e tempo: le strutture della soggettività

DISCUSSIONE

PAUSA CAFFÉ

G. Jean (Nizza): Idéalisme transcendantal et historicité: Husserl face à la contre-téléologie du sens

E. Ferrario (Roma): Io (non) posso. Il concetto di possibilità nella fenomenologia husserliana

V. De Palma (Urbino): La fenomenologia come empirismo radicale

DISCUSSIONE

Venerdì 4 giugno 15.00 – 19.00

presiede Angela Ales Bello

M. García-Baró (Madrid): Idealismo e realismo nella fenomenologia husserliana

D. Popa (Nizza): Structures de l’intersubjectivité: association, ressemblance, égalité

DISCUSSIONE

PAUSA CAFFÈ

A. Pugliese (Palermo): L’evidenza dell’altro

L. Bisin (Milano): Sul rapporto tra sintesi attivae sintesi passiva in Husserl

M. Deodati (Roma): Il mondo ci tocca da vicino. Affettività ed esperienza in Husserl

DISCUSSIONE

Sabato 5 giugno 9.30 – 13.30

presiede Miguel García-Baró

M. Summa (Heidelberg): (Un)selbstverständlichkeit. La naturalezza interrotta tra Husserl e Blankenburg

N. Zippel (Roma): Per una fenomenologia dell’irrealtà: Husserl, Fink e la coscienza presentificante

DISCUSSIONE

PAUSA CAFFÈ

G. Bartoli (Roma): Da Husserl a Kelsen. Fenomenologia e formalismo giuridico

I. Liberati (Roma): Fenomeno e monismo ontologico. Henry interprete di Husserl

A. Altobrando (Padova): Fenomenologia e sensibilità

DISCUSSIONE

CONCLUSIONE DEL CONVEGNO

Per ulteriori informazioni, vedere la locandina in allegato

Tags: , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*